logo superabile
superabile logo
 
napoli
Home arrow Progetti arrow Vivere il Mare
   
 

Progetto sportivo marino-subacqueo: Vivere il Mare

(realizzazione di una barca da diporto accessibile alle persone con disabilità per attività nautiche/subacquee )

 
   
 Premessa 
 

Il nostro pianeta è ricoperto per il 70% di acqua.

 
 

Noi abbiamo un profondo rispetto per il mare. Il mare, con il suo immenso patrimonio di biodiversità raccoglie il 75% della vita esistente sulla Terra con i suoi oceani ancora in buona parte inesplorati, immensa risorsa per la vita del nostro pianeta e per la nostra sopravvivenza, in quanto, l’acqua è uno dei fondamentali elementi per lo sviluppo della vita.

 
 

La scienza moderna ci ha insegnato che la vita sulla terra è nata dal mare, gli uomini e la maggior parte degli esseri viventi di questo pianeta sono costituiti da ¾ di acqua. La nostra attrazione con il mare è forte perché la è cominciata la vita, una volta che siamo in mare ci sentiamo liberi e leggeri, la sensazione di assenza di gravità in acqua ci da sollievo e la curiosità di sapere cosa celano le acque marine, il mistero di scoprire cosa c’è sott’acqua ci attira.

 
 

Il mare ha un effetto rilassante per la mente offrendo scenari straordinari, il suo profumo intenso, i suoi colori di mille sfumature dal blu cobalto al verde acquamarina, sempre diverso dall’agitato al calmo piatto, suscita una sensazione di infinito e nel contempo un immenso rispetto, chi possiede una barca e chi ama il mare può comprendere al pieno le sensazioni che il mare regala.

 
   
 

Il progetto “Vivere il Mare”.

 
 

Abbiamo in mente un Progetto sociale molto ambizioso, non solo per il costo, ma quello di realizzare una barca da diporto a motore accessibile alle persone con disabilità.

 
 

L’idea di realizzare una barca da diporto con allestimenti semplici e funzionali, nasce dall’esigenza di consentire il portare in mare le persone con disabilità motoria e sensoriale grave. 

 
 

Il mare è fonte di vita e per le persone con disabilità è un ottima soluzione riabilitativa psico-fisica-sociale. La realizzazione di questa barca, sarà un valido strumento di integrazione tra la persona disabile ed il mare, inoltre la barca, ci consentirà non solo di trasportare le persone con disabilità sul mare, ma soprattutto di appropriarsi dell’elemento che ha generato la vita sul nostro pianeta, l’acqua, attraverso escursioni sportive subacquee. 

 
 

L’immersione in acqua, a chi è paralizzato agli arti, consente di fluttuare senza peso e di raggiungere una dimensione sconosciuta, permettendo così al corpo di fare dei movimenti che in presenza di gravità sono impossibili. 

 
 

In mare non ci sono barriere architettoniche ed il riappropriarsi di un elemento naturale praticando l’attività subacquea ricreativa, rappresenta una validissima azione riabilitativa, inoltre è gratificante, sia per chi la pratica, sia per gli operatori ed istruttori che assistono le persone con disabilità.

 
   
 L'azione Sportiva/Ricreativa: 
 

Un progetto sportivo-culturale permanente che non prevede gare agonistiche ma il solo confronto tra uomo e natura, che dia la possibilità a chi è disabile di effettuare immersioni subacquee e scoprire cosa celano le profonde acquee blu. Può sembrare assurdo o bizzarro che una persona con disabilità possa effettuare immersioni subacquee, a Napoli vi è un’ottima scuola di sub con istruttori di formazione americana, che brevettano persone con disabilità di vario grado.

 
 

Grazie all’aiuto di questi istruttori, consentono a chi è paralizzato ed a chi è cieco, di fare attività subacquea. Praticare questa attività infonde sicurezza e consapevolezza nelle proprie residue capacità fisiche e psicologiche, innalzando i limiti di autonomia ed autostima nella persona con disabilità.

 
 

Il nostro progetto di una barca sociale “accessibile”, ha una valenza diversa rispetto ai pur nobili intenti degli altri progetti con barche a vela realizzati da altre associazioni italiane. L’intento, è integrare realmente le persone con disabilità ed il mare, non limitandoci a trasportarle sul mare ma consentendole di entrare in acqua e per chi ha il brevetto di sub, con la dovuta attrezzatura, potrà scoprire i misteri che cela il nostro bellissimo Mediterraneo.

 
 

Noi non aspiriamo ad un alto tenore di vita, ma ad una migliore qualità ed autonomia delle persone non autosufficienti tramite sistemi e prodotti tecnologici, che opportunamente messi a disposizione delle persone con disabilità gli consentono uno standard qualitativo di vita ed autonomia migliore.

 
 

Con questo progetto, una volta ultimato, SuperAbile vorrebbe dimostrare che le persone con disabilità di vario grado, messe in condizione di pari opportunità, con strumenti appositamente adattati, sono in grado di gestire la loro vita quotidiana ed affrontare sfide ritenuti impossibili o inimmaginabili per persone con un grado di disabilità cosi grave.

 
 

Il nostro progetto di barca a motore accessibile alle persone in carrozzina (primo ed unico in Italia), oltre a voler integrare le persone con disabilità ed il mare, vuole creare momenti di sport e svago con immersioni nel “Parco archeologico marino sommerso di Baia ed in quello di Gaiola” (uniche realtà in Italia, paragonabile per bellezza a Pompei).

 
 

Ci darà inoltre l’opportunità di realizzare itinerari per le coste italiane, dando la possibilità alle persone con disabilità motoria delle varie regioni italiane, di esplorare le profondità delle coste della propria regione.

 
   
 La Barca: 
 

La realizzazione di una barca da diporto a motore entrobordo, progettata e strutturata per imbarcare persone con disabilità motorie e sensoriale, dotata di cabine accessibili anche alle persone che sono in carrozzina, per vivere l’esperienza di andare per mare, non solo per una uscita giornaliera ma anche per consentire escursioni più lunghe e durature.

 
 

Per realizzare questa “ardua impresa”, per abbattere i costi di produzione, vorremmo raccogliere materie prime e componenti nautici, con i fondi raccolti con il contributo di Sponsor, ci consentiranno la costruzione dell’imbarcazione.

 
   
 

Le caratteristiche principali e le dotazioni che dovrà avere la barca:

 
 
  • Barca a motore da diporto con carena semi-dislocante per una navigazione dolce (linea classica stile anni 50 tipo Trawler o Navetta ), con arredamenti interni semplici e funzionali, 55/60 piedi di lunghezza, abbastanza grande da consentire il trasporto di più persone in carrozzina ed altre con varie disabilità;
  • La barca dovrà essere dotata di una passerella larga ed estraibile per consentire il passaggio di una sedia a rotelle e consentire di imbarcarsi comodamente in tutti i moli o approdi costieri;
  • La coperta sarà appositamente strutturata per consentire il passaggio e la sosta di più carrozzine, e sarà garantita il passaggio anche a prua;
  • Per accedere sotto coperta si dovranno realizzare due pedane elevatrici (lift) adeguatamente larghe per accogliere una persona in carrozzina;
  • Le cabine sotto coperta, dovranno essere strutturate in modo tale, che per chi si muove in carrozzina, possa adeguatamente muoversi in spazi così ristretti ma tali da consentirgli di soggiornare a bordo per escursioni prolungate nel tempo ed eventuali spostamenti lungo le coste del Mediterraneo;
  • La poppa, dovrà essere dotata di una spiaggetta/plancia con meccanismo elettro/idraulico, che consentirà di far scendere in acqua le persone disabili con comodità e sicurezza e senza alcun sforzo fisico;
  • Inoltre vi saranno tutti gli accorgimenti strutturali e tecnici per garantire ai passeggeri una navigazione in sicurezza e per consentire di svolgere le attività sportive e subacquee.
 
   
 

LA SPONSORIZZAZIONE E PROMOZIONE DEL PROGETTO:

 
 

La vela è ritenuto lo sport nautico di elite, attrae molti investitori raccogliendo pubblicità dei migliori brand, noi proponiamo un progetto nautico diverso, che vuole integrare realmente l’uomo (le persone disabili) ed il mare 

 
 

La nostra barca potrà essere un insolito vettore pubblicitario, un collettore che convoglierà gli sguardi incuriositi delle persone esaltandone il BRAND SPONSOR 

 
 

L’esperienza di andare in mare, si potrà portare in giro, con tappe per le coste italiane e/o nel Mediterraneo, consentendo anche ai disabili di altre regioni, di visitare i fondali e godere dell’immenso beneficio che si ha quando si è immersi nel mare. 

 
 

Una barca colorata, con uno o più sponsor lungo le murate esterne, infatti, non passerà assolutamente inosservata, raccogliendo così la curiosità e l’ammirazione della gente vedendo imbarcate persone con disabilità che svolgono attività marine e subacquee, associando così il BRAND ad iniziative sportive e tecnologicamente avanzate, lo Sponsor potrà acquisire ulteriore lustro e prestigio oltre che visibilità con una valenza sociale 

 
 

I prodotti tecnologici e progetti innovativi in favore delle persone con disabilità sono sempre ben viste da tutti, alcuni esempi: Oscar Pistorius, atleta velocista che con delle protesi in carbonio usate al posto delle gambe ha potuto sfidare alle olimpiadi di Pechino atleti “normodotati”; il pilota Alex Zanardi, a causa di un incidente in pista ha perso ambedue le gambe, ora con l’ausilio di protesi artificiali, gli consentono di gareggiare con auto da corsa al pari con altri piloti

 
 

Sono molte le Società che investono annualmente ingenti capitali in pubblicità che durano un lasso di tempo determinato, noi offriamo la possibilità di pubblicizzare il BRAND  in forma permanente senza che questi perda valore d’immagine.

 
 

Sui lati della barca (murate esterne) vi sarà una veste grafica del MARCHIO SPONSOR degli Enti e/o Società partecipanti al progetto, che con i loro fondi contribuiranno alla realizzazione e varo della barca.

 
   
 
< Prec.   Pros. >
░░ Home ░░ privacy ░░ info ░░ Sitemap ░░ Credits ░░ Contattaci ░░
 
© 2018 SuperAbile Onlus - Codice Fiscale: 95099480634